macchine e motori

La Bmw HP4 è pronta a stupire

La Bmw HP4 è la moto 1000cc più leggera che sia mai esistita sul mercato delle moto da strada.

 

Dobrebbe essere disponibile nelle concessionarie già dal primo di dicembre, l’a Bmw HP4, derivata dalla S 1000 RR ad un prezzo base di 21500 euro. Vengono confermati i 193 cavalli del modello standard, ma la novità riguarda sia l’elettronica che il peso. Infatti la Bmw HP4 si conferma la moto più leggera fra quelle della sua stessa cilindrata. Se pensiamo che il suo peso in ordine di marcia non supera i 200 chilogrammi, capiamo come siamo di fronte ad una motocicletta molto agile e, nonostante la sua potenza, molto facile da guidare.

Ma anche nella ciclistica, la Bmw HP4 ci presenta interessanti novità. Infatti la moto tedesca riceve le sospensioni adattative DDC, che sta per Dynamic Damping Control con un sistema di elettrovalvole dedite alla regolazione automatica della taratura dell’idraulica. Il tutto avviene in tempo reale in base all’impostazione della mappatura. Al posteriore, il DDC interviene sui due settaggi separatamente, in modo da permettere la migliore calibrazione delle risposte. Dal canto suo, il guidatore può variare il set up grazie alla presenza dei pulsanti posti sul blocchetto elettroco del semimanubrio sinistro. Grazie a questo sistema Bmw, sicuerezza e piacere di guida camminano a braccetto.

Sulla Bmw HP4 è presente anche il Race ABS, che deriva direttamente dal campionato Superbike tedesco ed è un’evoluzione del classico sistema di frenata. Il DTC RR, ovvero il famoso controllo di tazione della casa tedesca, permette di settare ben sette parametri differenti e questo la dice lunga su tutte le potenzialità di questa moto. Aggiungiamo anche il launch control, che evita di capottarsi in partenza e possiamo tranquillamente affermare che la Bmw HP4 è una delle motociclette più tecnologica e sicura di tutto il panorama.

I chili persi hanno permesso alla Bmw HP4 di essere molto più rapida della versione standard, sia in ingresso curva che nei cambi di traiettoria e si dimostra ancora meno stancante e quindi più facile da guidare.

Comments are disabled