macchine e motori

Dacia Dokker, spazio e consumi low-cost

In questo periodo di crisi economico, il marchio economico della Renault fa debuttare la mini Mpv Dacia Dokker.

Da novembre, la famiglia Dacia, che come ben sapete appartiene al gruppo Renault, si allarga con l’immisione sul mercato della Dacia Dokker, una Mpv compatta che riprende il design della Lodgy, anche se sarà più corta di 14 centimetri.

Come la Lodgy, anche la Dacia Dokker è prodotta negli stabilimenti tunisini di Tangeri e la novità maggiore è che ha le porte posteriori scorrevoli. La Dacia Dokker è una campionessa di spazio, anche grazie alla nuova apertura che le permette di far entrare quasi di tutto. Infatti, i sedili posteriori sono abbattibili e ripiegabili. Il che permette di arrivare ad accogliere da 800 a ben tremila litri di bagagli ed altro materiale. Non male, se si pensa che la Dacia Dokker è lunga solamente 4,36 metri e larga un metro e settantacinque centimetri.

Il motore di questa Dacia Dokker è un onesto 1500 cc da 90 cavalli che la spinge a toccare i 162 km/h. Ma c’è da dire che è parecchio parsimonioso, visto che si fa tranquillamente 15 chilometri con un litro.

All’interno, la cura dei dettagli è davvero minima. Il posto guida è abbastanza comodo, ma la regolazione degli schienali avviene solo a scatti ed il volante, che è di materiale plastico, è regolabile di pochi centimetri solo in altezza. Il cambio è a cinque marce e non è disponibile l’automatico, mentre il clima manuale e l’ESP sono solo di serie.

Nella gamma Dacia Dokker troviamo anche la versione Van, che ha un prezzo base di soli 7200 euro più Iva. Mentre per questa piccola compatta del gruppo Renault il prezzo base è fissato 9900 euro, con una garanzia di tre anni o cento mila chilometri.

 

Comments are disabled