macchine e motori

Toyota Prius + Lounge, spaziosa e ecologica

La casa giapponese presenta la sua sette posti ibrida: la Toyota Prius + Lounge. Prezzo base 32.200 €

 

La Toyota Prius + Lounge ha due posti in più rispetto alla berlina ed in più è una bella monovolume ad impatto zero, visto che il motore a benzina è affiancato da quello elettrico e questo dimostra la grande attenzione che Toyota rivolge all’ambiente, visto che oramai si è buttata a capofitto nella realizzazione di automobili ibride.

Rispetto alla berlina a cinque porte, la Toyota Prius + Lounge ha una lunghezza superiore di 13,5 centimetri, è più alta di otto e mezzo e larga di 3 cm circa. All’anteriore spiccano i nuovi gruppi ottici più grandi e la mascherina un pò più sottile, mentre dietro più o meno è simile alla “sorella” più piccola. Dentro, i posti sono sette e sono tutti comodi, ed anche l’ultima fila è molto agevole da raggiungere e i passeggeri potranno viaggiare in tutta comodità. Nella Toyota Prius + Lounge c’è molto spazio sia per la testa che per le gambe e questo sicuramente la rende una monovolume molto confortevole e rispetto alle sette posti concorrenti, dove ci si sta realmente comodi in cinque. Nella Toyota Prius + Lounge salta nell’occhio il bellissimo design della plancia, dove tutti gli strumenti ed i comandi sono raggruppati al centro, rendendo agevole raggiungerli anche in marcia. In più abbiamo il comodissimo head-up, un display che proietta sul parabrezza tutte le informazioni utili alla guida.

Premendo il tasto “EV”, la Toyota Prius + Lounge marcerà in modalità a zero emissioni, grazie alla presenza del motore elettrico. Le batterie agli ioni di litio permetteranno di fare solo un paio di chilometri e poi si scaricano completamente, facendo mettere in moto il motore a benzina 1800 cc. Le altre due modalità di guida sono “eco” e “Power” ed agiscono direttamente sulla farfalla dell’acceleratore e sul climatizzatore per gestire consumi e le accelerazioni. Alla guida, la Toyota Prius + Lounge si rivela molto silenziosa e, nonostante una ripresa non proprio reattiva, schiacciando il piede sul pedale sinistro si arriva a toccare i 165 km/h e a raggiungere i 100, partendo da fermi, in 11,3 secondi.

Comments are disabled