macchine e motori

Opel Ampera 2012. Perfezione ibrida

L’Opel Ampera 2012(44.500 euro) è alimentata con un motore elettrico coadiuvato da un motore tradizionale a benzina che funge da gruppo di continuità.

 

L’Opel Ampera 2012 rivoluziona il concetto delle auto elettriche.

Non è un’ibrida come tutte le altre, dove l’alimentazione elettrica, con un’autonomia abbastanza scarsa, può essere alternata al classico propulsore a benzina. L’Opel Ampera 2012 invece è l’auto elettrica per eccellenza. La sua autonomia è abbastanza buona e supera, seppur anche di poco, il chilometraggio percorso da un automobilista medio. Infatti, con una carica, l’Opel Ampera 2012 riesce a percorrere la bellezza di 71 chilometri. Ma a parte questo, il motore a benzina, una volta in azione, fornisce elettricità alle batterie, fungendo praticamente da gruppo elettrogeno e garantendo altri 500 chilometri.

E’ questa le vera rivoluzione che si sono inventati i tecnici tedeschi dell’Opel. Un trovata semplicemente geniale che ha portato come risultato immediato il riconoscimento dato all’Opel Ampera 2012 di auto dell’anno.

Dal punto di vista stilistico, l’Opel Ampera 2012 è molto carina e originale. I gruppi ottici, a forma di boomerang, sono davvero graziosi ed anche dietro l’originalità è garantita. Il posto guida è molto comodo ed anche gli altri occupanti della vettura stanno benone. L’unico neo è per i due occupanti dei sedili posteriori (infatti l’Opel Ampera 2012 è omololagata per quattro), che hanno probelemi con la testa, che è pò troppo vicina asl lunotto. Il bagagliaio è abbastanza capiente, ma comunque è svantaggiato dal fatto di essere un pò rialzato, per permettere di alloggiare gli elementi sottostanti, dove troviamo fra gli altri anche un cavo di sei metri per ricaricare il motore elettrico, il compressore per le ruote e vari attrezzi per le emergenze.

il motore elettrico che alimenta L’Opel Ampera 2012 ha una potenza di 150 cavalli e 37 kgm di coppia, mentre il propulsore a banzina è un 1400 cc 16 valvole da 86 cv. La velocità massima è limitata 161 chilometri orari per non sovraccaricare le batterie mantre l’accelerazione da 0 a 100 è interessante. Arriva ai 100 Km/h in dieci secondi netti. Infatti, il motore elettrico è molto reattivo e risulta più potente anche di quello a banzina…

Per caricare le batterie dell’Opel Ampera 2012, la casa automobilistica tedesca e l’Enel hanno siglato un accordo che permette ai possessori di questa vettura di avere l’attivazione del pacchetto Enel Drive, che comprende, oltre alla fornitura di energia prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili, altri servizi. Le stazioni di ricarica possono essere di due tipologie: l’Home Station, per la ricarica domestica con contatore installato in garage e il Public Station, che è la colonnina installata per strada. Per quest’ultima modalità, una card personalizzata permette al cliente Opel-Enel l’accesso a tutti i punti di ricarica. L’importo verrà addebitato in bolletta. Anche questa è una gran bella rivoluzione!

 

 

Comments are disabled