macchine e motori

MDI Airpod la prima macchina ad aria finalmente è realtà

Ancora un pò di attesa e finalmente uscirà l’MDI Airpod ad aria compressa.

 

Finalmente la collaborazione fra la lussemburghese Mdi e la più nota casa automobilistica indiana Tata ha dato i primi frutti. Dovrebbe uscire a metà del prossimo anno, in Francia, l’MDI Airpod, un quadriciclo che rivoluzionerà non poco il mercato. Infatti l’MDI Airpod sarà ad aria compressa e si potrà ricaricare facilmente ed in soli due minuti in un’apposita stazione di servizio oppure in tre ore tramite una normalissima presa di corrente. Questo motore fungerà anche come compressore ed alla bisogna potrà essere usato anche come generatore di corrente per appartamenti.

L’ MDI Airpod costerà solo 7000 € e percorrerà 100 chilometri con un solo euro. Questo piccolo quadriciclo sarà solo il precursore, perchè l’azienda che lo produce è intenzionata a lanciare anche altri tipi di veicoli, che andranno dalla vettura per quattordicenni alla berlina familiare, ma la scommessa è anche costruire con la stessa tecnologia anche autobus, veicoli commerciali, trattori ed addirittura container.

Un’altra scommessa è legata alla rete di vendita. Infatti, il padre di questa MDI Airpod, Cyril Negre, ha affermato, in un’intervista al sito del quotidiano La Repubblica, che non ci sarà nessuna concessionaria ma tante officine che produrranno e nello stesso tempo venderanno l’MDI Airpod e le prossime vetture che usciranno. In questo modo, si riuscirà a ridurre drasticamente i costi, sia perchè non ci sarà nessuna concessionaria a cui pagare commissioni di vendita sia perchè si potrà fare a meno di avere una logistica piuttosto grande per spedire le autovetture dal luogo in cui si producono i diversi modelli nei vari punti vendita sparsi in tutto il mondo.

In più, già con la produzione dell’MDI Airpod si pensa di aprire, solo in Francia ed Italia, circa 45 officine che ovviamente avranno bisogno di forza lavoro per poter lavorare e quindi si accrescerà anche la domanda di lavoratori. Quindi anche a livello sociale ci si aspetta un bel vantaggio.

 

Comments are disabled